Nel Must di Lecce proiettato del film “La signora in rosso”

Gran finale per la rassegna cinematografica Lù Mière Calicidicinema, che martedì 16 aprile, alle 20.30, nel Must – Museo Storico di Lecce, chiude in bellezza una stagione ricca di successi inaugurata lo scorso novembre a Lecce.

La nuova programmazione, ideata sotto la direzione artistica di Antonio Manzo, continua a unire la magia del cinema d’autore al gusto del vino salentino, proponendo pellicole indimenticabili che hanno segnato la storia cinematografica internazionale.
Per l’ultimo appuntamento, verrà proiettato “La signora in rosso”, film girato nel 1984 da Gene Wilder che veste anche i panni del protagonista.

“Certi piccolissimi peccati”, lavoro cinematografico francese della seconda metà degli anni settanta , incuriosisce lo spirito eclettico di uno dei più grandi attori cinematografici di tutti i tempi come Wilder, che lo elaborerà e plasmerà fino a renderlo un capolavoro, un’ icona della nuova commedia statunitense degli anni ottanta.
Veloce e ritmata, la pellicola introdurrà il pubblico in un insieme di situazioni sbalorditive e surreali dove il personaggio principale, un integerrimo pubblicitario, perderà la testa per una donna bellissima, la splendida modella interpretata da Kelly LeBrock, per la quale compierà gesta impensabili. Un finale sorprendente e una colonna sonora famosissima , firmata da Stevie Wonder, rendono unica questa commedia sentimentale.
Si tratta dell’ultimo appuntamento della rassegna a Lecce, poi Lù Mière Calicidicinema proseguirà la sua programmazione in giro per il Salento, con tappe previste a Martano, Sternatia e Maglie.
Il film sarà abbinato al vino rosso Primitivo e Negroamaro “NiNì”, l’ultimo nato nell’azienda vinicola Palamà di Cutrofiano, tra i partner della rassegna.

Per info e prenotazioni:
tel. 320.2185491
calicidicinema@gmail.com

Taggato , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.