di Francesco Greco – La “Passione di Cristo” fra tradizione e innovazione, riletta nel XXI secolo, il tempo dei social e i pixel, ma anche della lacerante solitudine esistenziale, dell’indifferenza verso l’altro, il diverso, l’emarginazione, lo stupido bullismo, ecc.

Alessandro Protopapa è Gesù, Daniele Greco Giuda, Elisabetta Sergi l’apostolo Matteo, Lucio Lecci ha la parte dell’apostolo Simone di Canah, Raffaele Marchese è Pilato.

   Nel metter giù la sceneggiatura, la regista Ilaria Marchese ha tenuto conto del testo classico, dove nell’ultima cena Gesù dice: “Uno di voi mi tradirà”, ma lo ha contaminato con gli elementi della complessa modernità.

”L’idea di fondo – spiega Ilaria – è quella di intrecciare la vita di Gesù con quella dei nostri bambini in cerca di veri amici. Un lavoro sul senso dell’amicizia, ma anche dell’inclusione: infatti un personaggio siederà sulla sedia a rotelle”.   

   E così le Confraternite e tutta la comunità di Montesardo (in Terra d’Otranto, il paese dove nacque il celebre vescovo di Larino Belisario Balduino e del pane), le sue forze più vive e creative, le famiglie, grandi e piccoli, le attività commerciali, gli artigiani, ecc., si ritrovano unite attorno alla “Passione” riscritta col titolo “Gesù luce nel mondo”.

   Otto scene (le prime due gestite interamente dagli attori), ben tre prove settimanali impegnative, un’ora e mezza di rappresentazione. Con molte sorprese: scenografiche, allegoriche, nei contenuti.

   L’albero della vita sarà preparato da Mino Lecci, ci sarà poi un baule da dove usciranno come per magia le parole importanti, infine i piccoli attori scenderanno in platea e doneranno al pubblico una luce e un origamo a forma cuore.

“Siamo aperti a tutte le collaborazioni, anche da altri paesi…”, sorride Ilaria.

   La “prima” il 13 aprile (alle ore 20), all’Oratorio Parrocchiale. Guest star: il Vescovo della Diocesi Ugento-S. Maria di Leuca, Monsignor Vito Angiuli: “Ha promesso – ricordano i piccoli attori – che ci aiuterà a rilanciare il nostro Oratorio…”. E certamente sarà già sulla sua agenda.

   Ecco personaggi e interpreti: Alessia Becchetti e Giorgia Cazzato (scena bullismo), Elodie Sammali ed Elisabetta Sergi (indifferenza), Aurora Nuccio e Maria Antonietta Cavalera (solitudine), Elena Morciano (Maria madre di Dio), Luce (Sofia Lecci), l’apostolo Tommaso (Chiara Buffelli), Maria di Magdala e una serva (Marta Buffelli), l’apostolo Pietro (Giacomo Nuccio), l’apostolo Giacomo (Otello Ciardo), l’apostolo Giovanni (Salvatore Zocco), l’apostolo Filippo, soldato, ladrone (Filippo Sergi), ladrone (Simone Mauro), Giacomo figlio di Alfeo (Diego Lecci), Caifa, capo religioso (Christian Guarrera), altro capo religioso (Gianmarco Marzo), i bambini di Gesù: Agata Protopapa, Nicole Marzo, Antonio Marzo, Antonio Ratano, Agnese e Matilde Buccarello.

   Collaborano: Antonio Cazzato (priore), Luciano Cazzato (vice-priore), Maria Pia Negro, Biagio Bisanti, Giuseppe Marcocchi, Gianpaolo Nicolì, Giuseppe Saracino, Roberto Bisanti, Alessia Arigliano, Rosalba Arigliano.    

Canzoni: Angelica Nutricati (“Alleluia!”, versione italiana di Pasquale Lillo), Federica Lecci (“Hey” di Nek), Elena Morciano (“Figlio della mia vita”).

E le attività commerciali: L’Angolo del Fiore (Montesardo), Cap (Antonio Cazzato, Montesardo), Autoscuola Target (Cosimo Lecci, Alessano), Smartdomus (Luciano Cazzato, Montesardo), Ottica Vision (Alessano), Russo bibite (Surano-Montesardo), Ferramenta Bisanti (Anna Maria Bisanti, Montesardo), il Fornaio (Otello Ciardo, Montesano).      

Seguimi e lascia un LIKE
error0

2 thoughts on “Montesardo – Alessano (LE): La “Passione” per ritrovare l’anima di una comunità”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.