3 Maggio 2019

Presentazione alla città della neo costituita FIAB di Manduria (TA), venerdì 3 maggio alle ore 19.30 presso l’ex Chiesa S.Croce in via Sant’Antonio, con particolare interesse sul nuovo progetto della Ciclovia dell’Acquedotto Pugliese e il tratto che riguarderà la parte orientale della nostra provincia. Tutta la cittadinanza è invitata!

Nel mese di febbraio 2019 si è costituita la sezione della Federazione amici della bicicletta di Manduria denominata “A ruota libera”. L’associazione ha sede presso la ex chiesa di Santa Croce in via Sant’Antonio.

Considerando la fase costituente in corso dell’associazione, il bisogno di salvaguardia e miglioramento delle condizioni ambientali cittadine e territoriali di Manduria, la necessità di valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico dell’ area orientale della provincia jonica e l’obbligo sentito di promuovere la cultura della legalità e dell’interesse sociale ( il Comune è commissariato per infiltrazione mafiosa) si ritiene opportuno privilegiare i seguenti interventi:

  1. promuovere la cultura e la pratica dell’uso della bicicletta anche tramite interventi di sensibilizzazione nelle scuole e coinvolgimento dei cittadini in proposte di ecomobilità e di ciclovie cittadine.
  2. realizzazione di percorsi che permettano di usufruire dei giacimenti archeologici e delle bellezze naturali e paesaggistiche di cui è ricco il nostro territorio.
  3. iniziative a sostegno della realizzazione della ciclovia dell’Aquedotto Pugliese considerando l’opportunità offerta dalla attuale proposta di allungare il percorso attraverso il territorio manduriano per portare la ciclovia fino al capo di Santa Maria di Leuca.
  4. Promuovere iniziative e proposte concrete per un ambiente sia urbano che naturale più pulito, più vivibile e che favorisca le relazioni sociali, in modo particolare contro i comportamenti incivili di dispersione dei rifiuti di ogni genere nell’ambiente.

Cosa possiamo fare??!!

Riguardo al primo punto riteniamo importante il coinvolgimento delle scuole per avviare dei percorsi di sensibilizzazione all’utilizzo della bicicletta e di educazione ambientale correlata: la bicicletta come mezzo per ridurre l’inquinamento ambientale,per migliorare la mobilità cittadina e per promuovere l’attività fisica e il benessere dello stato di salute.

Siamo convinti che il rapporto con il vasto e vario mondo associativo locale sia fondamentale per una concreta riproposizione ai cittadini della storia e della bellezza del nostro territorio, in modo da riappropiarcene e sentirlo nostro e quindi avvertire la necessità di difenderlo per noi e per le generazioni future. I siti archeologici, i vasti vigneti, gli antichi uliveti, i paesaggi costieri, il mare, le architetture cittadine, le chiese e le masserie sono il nostro patrimonio da valorizzare. E’ paradossale che tutto ciò sia apprezzato e amato da migliaia di turisti che giungono qui per ammirarlo e che al contrario sia scarsamente vissuto e difeso da chi ci abita.

Il motivo principale per cui abbiamo dato vita alla FIAB Manduria è stato proprio la realizzazione della ciclovia dell’Aquedotto Pugliese che è un progetto nazionale del Ministero dei Trasporti, e coinvolge tre Regioni,Campania, Basilicata e Puglia. La nostra Regione ha già realizzato e reso usufruibili diversi tratti dell’intero percorso. Molto dipende dalla compartecipazione e impegno degli Enti locali che hanno il compito di gestire e realizzare concretamente i tratti viari di interesse e dalle popolazioni delle città coinvolte che devono volere fortemente questi percorsi come occasione di valorizzazione degli aspetti ambientali, culturali, storici e nel nostro caso, anche enogastronomici del territorio.

Riteniamo importante come Fiab da una parte favorire la convocazione di una Conferenza dei Sindaci dell’area orientale jonica e del nord salentino in collaborazione con la Regione e l’Aqp per impostare concretamente questo stupendo progetto che può diventare il volano di un modello turistico su cui vanno a innestarsi altri percorsi e itinerari cicloturistici e dall’altro coinvolgere quanto più possibile le cittadinanze anche tramite i mezzi di informazione locale. Un appello da sottoscrivere potrebbe essere sottoscritto e approvato tramite Web in modo da realizzare la più ampia partecipazione e condivisione del progetto.

Il quarto è il punto di arrivo e di sintesi di tutto ciò che abbiamo proposto precedentemente: desiderare un ambiente urbano e naturale più pulito, più vivibile e che favorisca le relazioni sociali, e in particolare che combatta, isoli e elimini i comportamenti incivili come la dispersione dei rifiuti che degradano non solo l’ambiente fisico ma soprattutto quello umano e sociale.

Riteniamo che debba essere impegno soprattutto delle istituzioni concretizzare dei percorsi virtuosi perchè i cittadini possano usufruire di servizi adeguati e di informazione relativa, perchè siano sviluppati progetti per la sicurezza stradale urbana e territoriale, per la moderazione del traffico automobilistico, e per lo sviluppo del trasporto collettivo. Ci domandiamo se possiamo immaginare che anche Manduria possa avere una rete di ciclovie urbane.

Non è un sogno impossibile!!!
Per informazioni su FIAB Manduria: 339.8444713 – 392.0014052

Seguimi e lascia un LIKE
error0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.