giovedì 7 febbraio 2019

Il Fondatore del Gruppo 73 storici: "La Nostra Storia é Onorevole ma dimenticata"

di LAMIAA MAHMOUD. In un'intervista condotta da un giovane giornalista egiziano si chiama Ziad Amr in giornale Al Montada (il forum) con Ahmed Zayed, il fondatore del Gruppo di 73 storici nel 2008, che è riconosciuto dopo ufficialmente sotto il nome "L'Associazione  Storici dell'Egitto per la Cultura" sotto il numero 10257 per l'anno 2016. E prenditi cura delle ricerca e della storia militare e dopo 9 anni della sua fondazione si é iscritta con più di 335 compioni dei compioni di ottobre e più di 330 seminari alle scuole, alle Università e alle biblioteche, ad anche la produzione di film offerti attraverso i media visivi, cosi ha detto Ahmed Zayed. 

D. All'inizio Parlaci di te? 

R. Sono un Cittadino egiziano normale, mi è piaciuto vedere il mio paese nel migliore dei casi. E triste per gli egiziani per molti decenni fa hanno negato la loro eroica storia, eroismo, patriottismo e appartenenza. Hanno cercato vari modi del materiale e ricchezza anche se a spese della patria, Una generazione è emersa dietro di loro, imparando da loro il desiderio di diventare ricchi e a spese del paese in cui viviamo, Quindi vediamo la bandiera dell'Egitto solo nelle partite di calcio e l'inno nazionale e la nostra storia militare é diventata Un articolo noioso nel programma scolastico, E l'articolo è diventato "ciò che ci ha dato la patria per dare il nostro sforzo" ed è una situazione molto brutta piacere ai nemici della patria.

D. Perché ti importa della storia militare?

R. La nostra storia militare é  molto onorevole  ma purtroppo è dimenticata, La storia dimenticata viene trascurata e non viene pubblicata al pubblico e la guerra di Ottobre é diventata  per esempio nell'era di Sadat  era solo una decisione e nell'era di Mubarak un solo attacco aereo e hanno dimenticato i compionati di milione e 40.000 ufficiali e soldati sotto le armi in questo periodo, Ognuno ha un campionato ed un esempio per le generazioni future. Così ho preso su di me Ha organizzato una squadra di giovani che sono entusiasti studenti della loro patria Il compito di mostrare questi campionati in tutti i modi possibili, per creare un buon modello di ruolo per le generazioni contemporanee.    

D. Quali sono le difficoltà che Il gruppo 73 storici ha incontrato durante il suo viaggio di fondazione?

R. Le difficoltà sono molti, Era ed è ancora il più grande è ignorare lo stato degli Investitori e  gli uomini d'affari al nostro importante ruolo, e non darci i mezzi materiali per realizzare il nostro grande progetto creando un'accademia internazionale per la storia militare della gioventù egiziana e araba da 8 anni Come avevamo negli anni '50 e anche prima della guerra di ottobre. È stato chiamato il "bullo" e ha sviluppato il nome di un'organizzazione lungimirante, che sta lavorando per creare una generazione che guiderà le tradizioni nazionali nel futuro dotandola fisicamente, mentalmente e socialmente di essere un elemento efficace nella società egiziana come elemento costruttivo e  non un elemento di demolizione. La seconda difficoltà è la strana idea del gruppo  Quel giovane dialogo civile Leader e ufficiali militari in questioni militari sono stati un'idea insolita per alcuni fino ad oggi, Qualsiasi altra difficoltà siamo in grado di aiutare Dio a superare.

D. Pensi che le istituzioni statali aprano la strada per te?

R. Le istituzioni statali non aprono la strada a noi e non ci sostengono, ma al contrario ci combattono e combattono i nostri sforzi, perché offriamo non possono offrirlo.
Poiché offriamo il nostro lavoro di lavoro con amore, maestria e dedizione e non lavoriamo come dipendenti nel minimo richiesto da noi, la barriera tra noi e le istituzioni dello stato è una barriera del pensiero mentale, vedono che non c'è importanza per ciò che offriamo e non è necessario il nostro impegno, Lode ad Allah. Il nostro lavoro è apprezzato da milioni dentro e fuori l'Egitto.

D. Pensi che gli eroi di ottobre siano stati dimenticati?

R. Certo, non sono solo dimenticati, ma piuttosto umiliati, Come allevare l'eroe di suo figlio Ali l'amore della nazione e il figlio vede suo padre, l'eroe non è onorato e sconosciuto e non gradito nella società come eroe. All'estero, l'eroe ha molti diritti che superano il cittadino medio e se molti privilegi riconoscono il suo ruolo nella difesa della patria e delle persone e dei luoghi santi.

D. Quali sono i risultati del gruppo di 73 storici?

R. Dal 2008 e per il momento, Ci siamo registrati con 335 eroi che hanno partecipato alle guerre d'Egitto, 134 di questi sono stati pubblicati su Internet e il resto è stato pubblicato sul sito ufficiale del gruppo: sono stati tenuti 326 seminari per gli eroi delle forze armate nelle università, istituti, biblioteche pubbliche e private e nella sede del gruppo, e contatti con storici stranieri e israeliani per correggere informazioni false. Sulla storia militare egiziana.
Siamo riusciti in un parziale successo fino ad ora , Una serie di libri europei è stata pubblicata, che è la serie di libri militari più venduta in Europa e in America: nell'introduzione alla serie, c'è un ringraziamento speciale al Gruppo 73 per aver corretto le informazioni sulla guerra di ottobre e il disguido nel passato.
Vi sono 27 milioni e mezzo di visitatori da 111 paesi, e sul sito 1595 il soggetto e il lavoro di un libro sono le aquile reali, che sono state pubblicate a spese della casa editrice per mancanza di risorse finanziarie per pubblicare il libro, sebbene abbiamo le risorse storiche di dozzine di libri . Quattro film documentari sono stati realizzati da auto-aiuto,dal 2012 al 2016. L'ex comandante dell'aeronautica Younis Younis Al-Masri ha onorato il gruppo e gli ha conferito l'Air Force Shield. Nel 2015 abbiamo prodotto il 418° film, fatto da sé, ed è stato mostrato sui canali satellitari oltre a tutti i battaglioni di difesa aerea.

D. Quando senti che la storia militare dell'Egitto è in pericolo? 

R. Mi sento a rischio da quando sono nato ,e ogni giorno aumenta il pericolo ogni volta che apriamo una nuova scala dei cassetti del torneo trascurato, c'è una forza che intende mantenere la storia dell'Egitto sconosciuta al pubblico in modo che la gente rimanga frustrata e frustrata tutto il tempo e la realtà confermi le mie parole.

D. A chi ringrazi?

R. A Dio prima e finalmente e  non dimentico la superiorità del maggiore generale Mohammad Akasha, "il padre spirituale" per i gruppo di 73 storici ,e anche  Il grande scrittore Gamal al-Ghitani e il generale Ayman Habibuddin, il campione della difesa aerea ed alle centinaia di eroi della guerra di ottobre che ci hanno sostenuto e si sono fidati di noi. 

D. Pensi che la disputa tra Sadat e Shazly ha rovinato l'élite della guerra di ottobre?

R. Si, certo ma la vera corruzione è sfruttare questa disputa sui canali satellitari e sui siti di notizie per risolvere le conseguenze della guerra.

D. Cosa pensi nelle parole secondo cui la storia della Guerra d'Ottobre è considerata una famiglia nell'ombra del passato, ed è possibile prestare attenzione al futuro invece di parlare delle vittorie del passato?

R. Una nazione senza storia è una nazione senza futuro, che dice: "Come costruirai il tuo futuro senza conoscere la tua storia, specialmente se fosse eroica e bianca pura con i campionati più incredibili".

D. Quali sono gli obiettivi che il gruppo di 73 storici intende raggiungere in future? 

R. Abbiamo un ambizioso progetto chiamato "Battle of Consciousness" che cerchiamo di offrire a molte parti per sostenerci. Quando questo accadrà, l'Egitto ne parlerà.

Fonte: Il Gruppo di 73 Storici

0 commenti:

Posta un commento