venerdì 7 dicembre 2018

Brindisi: il 1 gennaio 2019 la decima edizione del Tuffo di Capodanno

BRINDISI. Poco meno di un mese e saranno trascorsi 10 anni dalla prima esperienza con il “TUFFO DI CAPODANNO”,  che torna il 1° gennaio 2019 con una edizione speciale proprio in occasione del decennale. Le iscrizioni al più atteso appuntamento brindisino del primo giorno dell’anno apriranno ufficialmente lunedì 10 dicembre.
L'evento, che spegnerà la sua decima candelina dopo uno straordinario percorso negli anni, è ormai diventato un marchio di fabbrica dell’Associazione Culturale-Ricreativa “Amici della Conca” del Presidente Gino Crastolla, realizzato in collaborazione con “Summer Time – Animazione & Spettacolo” e che, anche quest’anno, oltre l’inserimento nel Cartellone Comunale degli eventi natalizi “Luci di Brindisi”, si fregia del partenariato dello Shopping Centre “Le Colonne”; prosegue inoltre il “Gemellaggio Morale” della manifestazione brindisina con il Tuffo di Capodanno – Città di Viareggio, organizzato in toscana per l’ottavo anno consecutivo dalla Asd Escape Tuscany Triathlon, che ha ideato l'ormai ‘famosa’ cuffia con il motto “Hai Freddo?…STAY HOME”
Sarà proprio la Galleria del noto Centro Commerciale brindisino ad ospitare le iscrizioni dell'edizione 2019. In uno stand allestito per l'occasione, fino al 31 dicembre 2018 tutti gli appassionati dei bagni fuori stagione, i simpatizzanti dell'iniziativa, i neofiti e i curiosi potranno ricevere informazioni tutti i giorni dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 17.00 alle 20.00 e, volendo, potranno partecipare alla raccolta fondi con una semplice offerta.
A coloro che invece aderiranno all'iniziativa, come ogni anno, in cambio di una piccola donazione, i volontari dell'associazione “Amici della Conca” consegneranno la maglia della decima edizione (il cui colore è il bianco, che simboleggia il ritorno alle origini). Sarà tuttavia possibile iscriversi fino alle ore 10 del 1° gennaio 2019 direttamente alla “Conca”.
L'iniziativa, senza scopo di lucro e da sempre legata alla solidarietà, anche in questa occasione ha individuato un beneficiario: il progetto “Adotta un talassemico”, e la raccolta fondi di questa edizione sarà destinata proprio a questo.  
Per informazioni sull’iniziativa e sulle modalità di partecipazione è possibile contattare i numeri 338/22.48.844 - 368/34.29.475.
Il “TUFFO DI CAPODANNO” è ormai un appuntamento immancabile della tradizione brindisina tanto da aver inserito di diritto il capoluogo adriatico nell’elenco delle città mondiali che festeggiano in maniera eccentrica il primo giorno dell’anno nuovo, una tra le poche a prevedere in ogni edizione la raccolta di fondi da devolvere totalmente in beneficienza. Ogni anno adulti, over, ma anche giovanissimi regolarmente autorizzati dai genitori, si danno appuntamento per accogliere il nuovo anno con il primo tuffo in mare. Una maniera alternativa di festeggiare il capodanno, aperta alla partecipazione di tutta la cittadinanza e spettacolo unico ed imperdibile per quanti vi assistono come spettatori.
Nel corso della manifestazione, che avrà inizio a partire dalle ore 10:30 del 1° gennaio 2019, previsto, come avviene ormai da 10 anni, l'inizio della presentazione curata dal giornalista brindisino Nico Lorusso. A partire dalle ore 11:00, dopo la benedizione delle acque, il conto alla rovescia e il caratteristico momento del tuffo, aperto a tutti gli interessati e a quanti vogliono provare l’ebbrezza di un bagno in mare in pieno inverno ed il “Brindisi” finale come augurio per tutti. Al termine, l'assegnazione di simpatici premi e gadget offerti da negozianti e artigiani di Brindisi.
Sono ormai passati dieci anni dal 2010, quando nel primo appuntamento 7 amici trascinati dall’ideatore Gino Crastolla e dal comune amore per il mare hanno coraggiosamente dato vita all’evento che ha coinvolto 36 partecipanti iscritti nella seconda edizione, ben 58 nel 2012, 108 nel 2013, 138 nel 2014, 148 nel 2015, 150 nel 2016, 160 del 2017 e 180 nell’edizione record del 2018, segno evidente che il “Tuffo di Capodanno” ha conquistato una importante collocazione tra gli eventi natalizi dei brindisini e non solo; a conferma di ciò la presenza accertata di tantissimi tuffatori provenienti dalla provincia di Brindisi (Ostuni, Carovigno, Francavilla Fontana, San Vito dei Normanni, San Pietro Vernotico e Torchiarolo), di altre città italiane come Cremona, Bologna, Roma, Parma, Siena, Verona e Milano e sedi internazionali come Gran Bretagna, Svizzera, Albania, Croazia e persino Australia.

0 commenti:

Posta un commento