mercoledì 21 novembre 2018

Felline: il Castello baronale in competizione ne "I Luoghi del Cuore" del FAI

FELLINE (LE). Ognuno di noi ha il proprio luogo del cuore, quello che ci ha emozionato o quello che racconta la nostra storia personale: il primo bacio, una gioia, un rifugio. Non importa se sono piccoli o grandi, famosi o sconosciuti, ciò che interessa è non vedere questi luoghi in stato di degrado o di abbandono, senza la cura necessaria a proteggerli o un’adeguata valorizzazione per farli conoscere.
Ѐ il caso del Castello baronale di Felline, frazione del Comune di Alliste, in corsa nell’edizione numero nove de "I Luoghi del Cuore" del FAI, contando attualmente 215 voti che valgono il 426° posto nella classifica.
L’iniziativa, grazie al supporto di Intesa Sanpaolo, ha come obiettivo quello di cambiare il destino dei luoghi che amiamo. Infatti dopo ogni censimento FAI e Intesa Sanpaolo mettono a disposizione un budget di 400.000 euro: una parte viene destinata ai primi tre classificati, l’altra viene assegnata attraverso un bando a cui possono partecipare tutti i luoghi con una soglia minima di voti. Fino ad oggi sono stati sostenuti interventi a favore di 92 luoghi d’arte e di natura in ben 17 regioni.
Per quel che riguarda il Castello baronale, è voluto e costruito dalla famiglia Bonsecolo tra il 1100 e il 1200 proprio sulla cima della collina del borgo, in posizione rialzata e strategica. La struttura, in pietra leccese e con funzione difensiva, ha subìto alcuni restauri negli ultimi anni rendendola visitabile ma, come accade per molti altri edifici simili, necessiterebbe di maggiori e continui interventi per ripristinarne l’originaria bellezza. Terminato il periodo delle guerre il Castello è stato usato come struttura gentilizia o palazzo baronale prima dalla famiglia Tolomei – nel XVI secolo – e successivamente dalla famiglia Pignatelli. Oggi queste mura rivivono grazie a visite e cerimonie.
Per votare il Castello baronale di Felline, cliccare qui.

0 commenti:

Posta un commento