lunedì 5 novembre 2018

Calcio a 5: l'Olympique Ostuni perde in casa contro Trulli e Grotte

OSTUNI (BR). E’ difficile accettare una sconfitta, soprattutto se questa arriva in una gara importante e dopo una lunga striscia di risultati utili consecutivi. Niente da fare, l’Ostuni ha perso partita e vetta nella partita interna contro Trulli e Grotte. I Warriors arrivano al match in seguito al rocambolesco pareggio in casa del Brindisi e alla convincente vittoria di coppa contro ApuliaSport. Trulli e Grotte dista un tiro di schioppo e arriva al Palagentile affamata e determinata a superare i padroni di casa.
Era iniziato tutto nel migliore dei modi. Nelle battute iniziali Ferri porta in vantaggio i suoi e indirizza sui binari giusti l’incontro, salvo poi subire un deragliamento dovuto al pareggio ospite. I gialloblu non si fanno intimorire e grazie a Lisi passano nuovamente in vantaggio e chiudono la prima frazione nel migliore dei modi.
E’ una situazione di tranquillità che viene rafforzata dalla doppietta di Ferri nelle prime battute del secondo tempo. Tuttavia, le gambe tremano, il traguardo è vicino, ma nel Futsal bisogna essere in partita fino a quando la sirena non ti fa gridare di gioia e disperare per la delusione. Il timore e l’insicurezza aumentano quando Trulli e Grotte accorcia le distanze, per poi portarsi sul pari. La tensione è palpabile al Palagentile e Schiavone e compagni sono stretti tra la voglia di portare a casa i tre punti e la paura di subire ancora reti che risulterebbero fatali. Non gira bene e, in rapida successione, gli ospiti bucano tre volte la porta difesa da Bussunda e si portano sul 3-6, ergendo un muro complicatissimo da scalare e ancora di più da abbattere. Solidoro ci prova e mette a segno il 4-6 definitivo, che non basta e che sancisce il sorpasso di Trulli e Grotte su un Olympique che paga la confusione dimostrata nella seconda frazione e che scivola al terzo posto a pari merito con il Barletta.
Non c’è tempo per piangere sul latte versato e per autocommiserarsi, dato che il prossimo cliente dei gialloblu si chiama Monte Sant’Angelo, è lontano solo due punti e brama un ulteriore tiro mancino ai ragazzi di Basile. Rialzarsi e tenere alta la testa e la guardia sono le uniche cose che contano.

0 commenti:

Posta un commento