lunedì 1 ottobre 2018

Ostuni. Movimento Scelta Sociale: "Confusione totale delle scelte politiche dell'attuale amministrazione"

OSTUNI (BR). "Siamo alla mercé della confusione mentale della politica, soprattutto per le scelte di questa Amministrazione" si legge in una nota stampa del Movimento Scelta Sociale "Uno dei tanti riferimenti, è il Foro Boario', dove non è ancora chiara (come al solito), la sua vera destinazione. Tenendo presente a priori, le precedenti amministrazioni avevano puntato tutto sul ripristino idoneo e fruttifero, di quell’area abbandonata, mediante un idoneo progetto che prevedeva un grande contenitore di eventi e della cultura, avendo come scenografia il cuore del nostro centro storico, che poche città al mondo hanno la fortuna di averlo. Tale progetto regolarmente approvato è stato iniziato, con l’intento di vederlo completato. Questo progetto, abbiamo l’intenzione di realizzarlo, considerando che l’attuale Amministrazione gli ha dato attualmente una destinazione a parcheggi, deturpando l’inizio di un progetto adeguato, dove puntualmente questa Amministrazione esprime decisioni totalmente errate, e cerca di distogliere il buon operato del passato. Sembra vivere in un incubo, quello che sta accadendo nella nostra Città a pochi mesi dalla fine della legislatura; stanno svendendo le più importanti strutture del territorio, dando la possibilità in futuro di privatizzare tramite un qualsiasi imprenditore, un contenitore che al contrario deve appartenere alla collettività, e non ad uso esclusivamente privato. Molti diranno che l’area sopracitata servirà alla continuazione parziale ad uso parcheggi, ma l’hinterland del centro storico, è vasta di aree dove la destinazione può essere utile per uso parcheggi, e quello che noi proponiamo, è anche il coinvolgimento dei terreni privati. Comunque è da sottolineare la responsabilità di chi per superare 'l'anatra zoppa' (la maggioranza in consiglio comunale), e cioè il tredicesimo consigliere di turno, lo stesso ha permesso all’attuale Sindaco di governare il modo in cui stiamo vivendo, con risultati catastrofici, e decisioni senza senso. Riguardo alle dichiarazioni uscite sulla stampa (quotidiano) in data 30/10/2018, in riferimento a Puglia Popolare, nel non voler candidare alle prossime amministrative l'attuale sindaco Coppola, e non essendo stati invitati alla riunione che si terrà tra le forze di centro destra, non comprendiamo il motivo per il quale gli amici di Puglia popolare, sostengano l'attuale maggioranza, se pur è palese che non condividono le scelte del sindaco. Inoltre reputiamo sia assurdo che il sindaco Gianfranco Coppola, dopo non esser stato invitato dalle sue stesse forze politiche in una riunione che si terrà nella giornata odierna, non avanzi un minimo di dignità nel consegnare le sue dimissioni, dato che questo mancato invito, dove si emerge la volontà di ricandidarlo, è un atto di sfiducia ufficioso. L'attaccamento alla poltrona, è più forte di qualunque responsabilità nei confronti di un atto politico dovuto, soprattutto per il bene della città, dove ad oggi sicuramente ci sarebbe una gestione amministrativa più adeguata da parte di un commissariamento. L’unico appello da nostro canto, è di individuare questi signori (Consiglieri Comunali e Assessori), e mandarli a casa definitivamente al momento opportuno, nella prossima campagna elettorale, per il disastro che hanno e stanno provocando ad Ostuni. Ci fa piacere fare un appello a tutti i Consiglieri di buona volontà, che ci tengono ad Ostuni, a riflettere attentamente sulle proposte 'Disastrose', che la giunta Coppola ha avanzato in questi anni, e di sposare un progetto in futuro solo ed esclusivamente per il bene del nostro territorio. Vogliamo ricordare che Ostuni da essere la Regina degli ulivi, è diventata la cenerentola della Puglia. Ai Consiglieri l’ardua riflessione e decisione di valutare le reali esigenze del popolo Ostunese".

0 commenti:

Posta un commento