giovedì 18 ottobre 2018

Ostuni. Gianfranco Coppola commenta la divergenza di vedute interna alla maggioranza di centrodestra

OSTUNI (BR). In merito all’argomento che negli ultimi tempi divide i movimenti politici di centrodestra, giunge un nuovo commento del sindaco Gianfranco Coppola, che ribadisce la sua disponibilità a candidarsi nuovamente alla guida del Comune di Ostuni, ma anche a supportare l’eventuale candidato di alto profilo su cui convergerà l’attuale maggioranza al governo della Città. 
"Si è fatto il mio nome ultimamente" afferma il sindaco Coppola "solo per dire che non è quello su cui il centrodestra scommetterà alle prossime elezioni amministrative. Questo atteggiamento significa per me soltanto una cosa: che si ignora l’ABC della politica e della gestione della cosa pubblica, ambiti in cui bisogna essere costruttivi anziché distruttivi. In questo bailamme di voci, faccio sentire ancora una volta la mia, dicendo che resto disponibile tanto a confrontarmi con una nuova candidatura, che a sostenere la corsa di un candidato sindaco diverso, rappresentato però da una persona realmente di alto profilo. Temo invece che sia in corso il tentativo di una restaurazione che sa di stantio, un’operazione già pesantemente bocciata durante le precedenti consultazioni elettorali. Dopo dodici anni di opposizione e cinque di governo, non nascondo che mi sento vecchio anch’io, ma mai quanto chi si ostina a detenere il potere da oltre quarant’anni. Ho sperato in un ricambio generazionale, ecco perché avevo annunciato cinque anni fa che avrei svolto un solo mandato. Così non è stato, perché non vedo alcuna conoscenza approfondita delle dinamiche politiche e amministrative in chi testardamente si oppone alla mia candidatura. Negli scorsi anni ho lavorato senza sosta, affiancato da tre giunte diverse, ma unite dalla voglia di attuare un programma di governo che mi ha permesso di diventare il Primo cittadino di Ostuni. Ieri stesso, con l’approvazione in conferenza di servizi del progetto preliminare per la riqualificazione del Porto turistico di Villanova, è arrivato un risultato importantissimo che testimonia l’impegno profuso sinora per lo sviluppo del nostro territorio. Continuo a perseguire quelli che ritengo siano gli obiettivi più importanti per Ostuni e per i miei concittadini, confidando nel buon operato dell’amministrazione che sostiene la mia azione di governo. Con la mia elezione a sindaco ho di fatto smantellato un modus operandi che ha caratterizzato negativamente l’istituzione comunale per troppi anni e che giustamente l’elettorato ha sentito l’esigenza di bocciare. Non è all’interno del centrodestra che si consuma una tragedia greca non si tratta di figli che mangiano il padre, ma di un padre che, malgrado vent’anni al potere, non è ancora sazio. Aspetto di sapere se ci sono dei nomi validi da parte della mia area politica, ma nessuno immaginasse che dopo tanto lavoro io possa lasciare l’opportunità di tornare a governare a personaggi che farebbero meglio a mettersi completamente da parte".

0 commenti:

Posta un commento