venerdì 12 ottobre 2018

Calcio a 5: l'Olympique Ostuni trova la quarta vittoria consecutiva contro il Real Castellaneta

OSTUNI (BR). L’Olympique Ostuni vince e convince per la quarta volta di fila e sale al terzo posto in classifica. La vittima dei colpi di Schiavone e compagni, a questo giro, è il Real Castellaneta, caparbio e per niente arrendevole.
L’Ostuni non perde tempo e dopo 5’ è già in vantaggio di tre reti grazie a Salamida, in gol due volte, e a Lisi. I gialloblu tengono magistralmente il pallino del gioco, non lasciano spazi al Castellaneta, che tenta di accorciare le distanze più di una volta, trovando davanti a sé sempre la retroguardia dei Warriors a far da muro. Questi ultimi potrebbero portarsi sul 4-0, se Barnaba non fallisse incredibilmente una palla gol invitantissima davanti a Ladiana. Giunti al quarto d’ora di gioco, gli ospiti prendono fiducia e prima mancano l’appuntamento con il gol con Casamassima che sbaglia a porta sguarnita, poi vanno a segno con Basile che, trovatosi davanti a Bussunda, non può sbagliare. Prima del rientro negli spogliatoi l’Ostuni è protagonista di un’azione incredibilmente racambolesca in quanto, dopo una serie di ribattute, nel giro di pochi secondi, colpisce tre volte il legno, prima con Ferri, poi con Salamida e infine con Schiavone.
Si torna in campo con i granata che acquistano molta più fiducia e costringono Bussunda a una serie di interventi monumentali e traggono beneficio da errori di realizzazione dei padroni di casa, come quello che vede protagonista al 4’ Danilo Salamida, che calcia fuori a porta vuota. Gli ospiti fanno tremare i Warriors quando si portano sul 3-2 con Masi, il quale effettua un gran movimento a liberarsi della marcatura e la mette sotto la traversa. Un minuto più tardi, al 31’, Bussunda è semplicemente da santificare quando con un riflesso felino toglie a Cassone la gioia di firmare il pareggio. L’Olympique si dà un scossa e con Digiuseppe trova il 4-2 al 35’. Castellaneta si espone inserendo il portiere di movimento e subisce la doppietta di Lisi per il 5-2 prima ,e il 6-2 di capitan Schiavone poi, rendendo inutile il 6-3 definitivo messo a segno da Cassone.
A fine partita Daniele Lisi, mvp della partita, dichiarerà: "Sono motivato sempre allo stesso modo, indipendentemente dalla categoria. Voglio vincere e far vincere, è quello il mio sprone, la cosa più importante. L’alchimia si è creata anche nella vita fuori dal campo e si è raffinata dalla terza partita in poi. In campo ci troviamo sempre meglio. L’unica pecca che persiste è rappresentata dai continui cali di concentrazione, dobbiamo gestire meglio il risultato. Arriviamo a Taranto più motivati e fiduciosi, non dobbiamo far calare la concentrazione e dare sempre il massimo".

0 commenti:

Posta un commento